E siamo a fine corsa


Eh sì! Siamo a fine corsa di questa lunga, meravigliosa e appagante maratona floreale.

Tre mesi di cascate di colori, di profumi delicati,di magici silenzi, di chiarità, di lame di luce e giochi d’ombra.

E’ stato il trionfo del fior di loto, il “Nelumbo Nucifera”.

Comincia a diradarsi dopo ferragosto, verdeggiano imponenti i foglioni peltati, aumentano gli steli vuoti, con l’ultimo fior di loto che sopravvive, solitario faro, torre , pilastro incontaminato, come ultimo bacio d’amore .

Gli stami nudi di colore marrone con gli alveoli vuoti si stagliano rivolti al cielo come tanti occhi sbarrati, attoniti, increduli.

Ricorda l’urlo di Munch, ma non è un addio definitivo, irrimediabile, senza ritorno.

E’ un commiato, un arrivederci carico di speranza.

Ringrazio i lettori che hanno condiviso questa esperienza, e concludo così:

“Guardo i fior di loto muti e spogli

che come un grande spartito

riprenderanno a suonare

di profumo e colori

al prossimo valzer di primavera”.