Quando la bellezza è sotto casa.


E il bello lo sfiori, non lo vedi, 

non lo percepisci, e quindi sfugge,

come sfugge un lampo, un flash,

quell’istante indefinito e impalpabile.

Allora è importante fermarsi per vederlo.

L’occhio si perde 

nei colori dei fiori aperti

e una leggera brezza scivola nell’aria,

delicata come un sussurro.

I raggi del sole discreti e setolosi,

ballano e rimbalzano sull’acqua

come tante piccole lame sorridenti.

 

Paolo Caroli